IL PAPAVERO 'EVELINA'

Il primo “papavero nero” è stato individuato ed iniziato a studiare dall'autore alla fine degli anni ottanta. La sua denominazione ufficiale è, dal 1997, Papavero ‘Evelina’. Il Papavero ‘Evelina’ è pertanto il risultato di un lungo lavoro di selezione e miglioramento durato più di dieci anni e che trova l’origine in un caso di ibridazione naturale e/o mutazione spontanea.

Dal 1997 è iscritto nel registro italiano delle nuove varietà vegetali, nel 2001 è stato concesso il brevetto italiano per nuova varietà vegetale (n. 2118 NV). Nel novembre 2004 l’autore ha ottenuto il brevetto comunitario (decisione n. 14204 del 08 novembre 2004).

Si tratta di una pianta annuale alta circa 60-80 cm, con foglie glabre, di colore grigio-verde. I fiori hanno un diametro di 40-45 mm. Sono composti prevalentemente da quattro petali di colore nero uniforme; frequenti anche gli esemplari con cinque o sei petali. La fioritura è essenzialmente primaverile, dalla fine di marzo a giugno inoltrato. Fa seguito a nascite che possono essere sia autunnali che tardo-invernali. I fiori perdono i petali generalmente durante la giornata, ma questo è compensato da una fioritura particolarmente abbondante.

Al fine di determinare con certezza l’origine della nuova varietà nel 2001/2002 sono stati effettuati studi genetici presso la Facoltà di Agraria dell’Università Politecnica delle Marche, Dipartimento di Biotecnologie Agrarie e Ambientali. Tali studi hanno evidenziato affinità con due specie spontanee presenti in zona: Papaver rhoeas e Papaver dubium, ed anche forti elementi di originalità. In sostanza è stata confermata l’ipotesi di una sua origine derivata da una ibridazione spontanea o da una mutazione genetica, o da entrambi i fenomeni. Naturalmente grande importanza ha assunto il processo di isolamento, selezione e miglioramento cui la varietà è stata sottoposta negli anni successivi alla scoperta.

Il Papavero ‘Evelina’, oramai da molti anni, si riproduce spontaneamente. Questo elemento, insieme al fatto che mantenga inalterate nel tempo le proprie caratteristiche specifiche, ci permette di poter affermare di trovarsi di fronte, con tutta probabilità, ad una nuova specie.

Dal Papavero ‘Evelina’ sono stati ricavati nuovi ibridi, sempre appartenenti al genere Papaver, e sempre con fiori neri o in cui il colore nero risulta predominante o caratterizzante (vedasi ulteriori notizie e relative immagini nella pagina “I nuovi Papaveri ibridi”).

Il Papavero ‘Evelina’ è un Prodotto brevettato. L’eventuale uso di immagini, testo e qualsiasi materiale prelevate dal Sito Ufficiale deve essere preventivamente autorizzato dall’Autore Giorgio Sagrati.

 

EVELINA-
EVELINA-